Seleziona una pagina

In questo secondo articolo della rubrica “Play & Grow” parleremo del sacro Graal della gamification ma anche della crescita personale e professionale: la motivazione. È infatti possibile persistere nel perseguire obiettivi a lungo termine nonostante le difficoltà e gli ostacoli che si possono incontrare sul proprio cammino solo se si ha la giusta motivazione.

Non vi suggerirò ricette pronte per accendere rapidamente la vostra motivazione, ma, affrontando i principali framework esistenti, cercherò di aiutarvi a prendere consapevolezza di cosa vi ispira, guida e muove e in quali occasioni.

La differenza tra motivazione intrinseca ed estrinseca.

La prima grande differenza che viene sempre fatta quando si parla di tipi di motivazione è quella tra motivazione intrinseca ed estrinseca.

La differenza tra motivazione intrinseca ed estrinseca riguarda la fonte e la natura degli incentivi che spingono una persona ad agire. Il concetto di motivazione intrinseca ed estrinseca è stato esplorato in maniera approfondita dagli psicologi Edward Deci e Richard Ryan nella loro teoria dell’autodeterminazione, sviluppata negli anni ’70 e ’80.

  • Motivazione intrinseca:
    Questa forma di motivazione origina dall’interno dell’individuo. Una persona è motivata intrinsecamente quando compie un’attività per il puro piacere o soddisfazione che deriva dal farla. Esempi di motivazione intrinseca includono leggere un libro per interesse personale, praticare uno sport per il gusto di farlo, o studiare un argomento per pura curiosità.
  • Motivazione estrinseca:
    Al contrario, la motivazione estrinseca è guidata da fattori esterni all’individuo. Le persone sono motivate estrinsecamente quando compiono un’azione per ottenere una ricompensa esterna o per evitare una punizione. Esempi di motivazione estrinseca includono lavorare per ricevere uno stipendio, studiare per ottenere buoni voti, o praticare uno sport per vincere medaglie.

Non solo motivazione intrinseca ed estrinseca.

Ho sempre ritenuto interessante questa divisione ma mai esaustiva. Mi era chiaro il significato della motivazione estrinseca e il valore di quella intrinseca e avevo anche alcune idee su come ricercarle nella mia vita personale o nei giochi e nelle attività formative che sviluppavo, ma sentivo che continuava a sfuggirmi qualcosa, che avevo bisogno di maggiore chiarezza per poter anche solo provare a padroneggiarle.

E poi mi sono imbattuta nell’Octalysis Framework con cui, l’esperto di gamification Yu-kai Chou, ha individuato 8 Core Drive, ovvero 8 forze motrici principali in grado di influenzare e, quindi, motivare il comportamento umano.

Di seguito vi riporto una breve sintesi di questi 8 Core Drive e delle loro classificazioni.

L’Octalysis Framework di Yu-kai Chou

I Core Drive individuati da Yu-kai Chou sono:

1. Epic Meaning & Calling

Senso epico e vocazione. Sentire di far parte di qualcosa di più grande di noi o di essere “chiamati” a compiere azioni importanti per la comunità è una motivazione molto forte che si verifica per esempio quando scegliamo di fare del volontariato o impegnarci nell’attivismo. Provare a ricercare questo “qualcosa più grande di noi” o individuare il legame tra la conseguenza delle nostre azioni e la comunità in cui viviamo possono aiutarci a portare avanti i nostri compiti.

2. Development & Accomplishment

Proviamo senza dubbio piacere e soddisfazione nel migliorare le nostre abilità e nel raggiungere gli obiettivi. Quando, però, i nostri percorsi di formazione o i nostri obiettivi sono a lungo termine, potrebbe essere difficile lasciarsi guidare da questo Core Drive. Individuare tappe e obiettivi intermedi potrebbe dunque aiutarci a ritrovare questa potente forma di motivazione.

3. Empowerment of Creativity & Feedback

Il desiderio di esprimersi creativamente e di vedere il risultato delle proprie idee è a tutti gli effetti un Core Drive. Attenzione in questo caso alla parola “creatività”: la creatività non riguarda solo gli artisti, possiamo associare il concetto di creatività a qualunque situazione in cui “creiamo” qualcosa di nuovo. La creazione di qualcosa di nuovo però a volte da sola non sembra bastare come motivazione, perché? Perché spesso abbiamo bisogno anche di ricevere un feedback su tale opera per poterci sentire soddisfatti.

4. Ownership & Possession

Pensare di diventare “proprietari di qualcosa” è una motivazione che ci spinge ad agire. Ricevere uno stipendio rientra per esempio in questa categoria, ma anche sentire di avere il controllo di un progetto o di un’organizzazione appartiene a questa categoria. In questo caso, in genere, ciò che ci spinge ad agire non è il desiderio di ottenere qualcosa che ancora non si ha, ma di migliorare quello che già si possiede.

5. Social Influence & Relatedness

Un Core Drive da non sottovalutare è anche l’effetto delle interazioni sociali. Per esempio, far parte di un gruppo di persone che stanno perseguendo il nostro stesso obiettivo e stanno ottenendo dei successi ci aiuta a mantenere alta la nostra motivazione. Rientrano in questa categoria anche elementi quali la competizione, il mentoring e il senso di appartenenza.

6. Scarcity & Impatience

Quanto può essere forte il desiderio di ottenere qualcosa perché è raro, unico o temporaneamente irraggiungibile? Anche l’attesa, se ben gestita, può diventare una forma di motivazione molto potente. Ci avete mai pensato? Provate a pensarci la prossima volta che sarete impazienti per qualcosa. Provate a capire perché in quella situazione siete impazienti e in altre no e… godetevi il momento!

7. Unpredictability & Curiosity

Perché leggiamo un libro o guardiamo un libro fino alla fine? Perché siamo curiosi di scoprire cosa accadrà dopo. Questa è la motivazione che ci spinge in queste attività ed è la stessa motivazione che ci spinge anche al gioco d’azzardo. Gli eventi incerti suscitano interesse. Possiamo quandi provare a trasformare l’incertezza in una forma di motivazione. Come andrà a finire? Lo scopriremo solo mettendoci in gioco.

8. Loss & Avoidance

Siamo giunti all’ulitmo Core Drive dell’Octalysis Framework: il desiderio di evitare eventi negativi, perdite o punizioni. Inutile nasconderlo, anche questa è una forma di motivazione è bene quindi imparare a riconoscere e gestire anche queste situazioni in maniera positiva e a vantaggio della nostra crescita e del perseguimento dei nostri obiettivi.

Torniamo alla motivazione intrinseca ed estrinseca…

E ora è giunto il momento di svelarvi un particolare interessante sull’Octalysis Framework che abbiamo appena visto.

Avete notato che i Core Drive del lato sinistro del Frameowrk sono sostanzialmente motivazioni estrinseche, anche dette da Yu Kai Chou “Left Brain Core Drive“, mentre i Core Drive posti sul lato destro, ovvero i “Right Brain Core Drive” sono motivazioni intrinseche?

Ci sarebbe ancora molto da dire sull’Octalysis Framework e sicuramente affronteremo questo utile strumento nei prossimi articoli della nostra rubrica Play & Grow.

Conclusione

Nel frattempo vi lascio con un piccolo compito. Provate a individuare nella vostra vita quotidiana quali Core Drive sono maggiromente presenti. Quali sono più efficaci e quali dovreste imparare a sfruttare meglio a vostro vantaggio.Se vi va raccontamelo lasciando un commento sui nostri social o inviando una email a playandgrow@potinpot.it

Scriveteci anche per consigliare alla nostra community le vostre strategie per mantenere alta la motivazione sul lungo periodo.