Seleziona una pagina

Il game design al servizio dello sviluppo personale e professionale

In un mondo dove le competenze trasversali e l’apprendimento continuo sono diventati imprescindibili, abbiamo deciso di lanciare una nuova rubrica del nostro blog che si chiamerà: “Play & Grow“.

L’obiettivo degli articoli di “Play & Grow“, che pubblicheremo ogni due settimane, sarà esplorare e condividere il potenziale degli strumenti di gamification e game based learning nello sviluppo delle soft skill, competenze che, come ormai tutti sappiamo, risultano cruciali sia nella crescita personale che nel successo professionale.

Gamification, game based learning, game design… di cosa parliamo esattamente?

Noi di Pot in Pot abbiamo sempre visto i giochi come strumenti straordinari per sviluppare competenze difficili da insegnare in contesti formativi tradizionali come, appunto, le competenze trasversali. È proprio a partire da questa convinzione che progettiamo e sviluppiamo i nostri programmi e progetti formativi.

Per descrivere il nostro lavoro spesso usiamo termini come “gamification” e/o “game based learning“, altre volte utilizziamo in maniera più generica il concetto di “game design“. Qual è la differenza?

Potremmo dire che la gamification consiste nell’applicare elementi tipici dei giochi a contesti non ludici per incrementare il coinvolgimento e la motivazione; mentre il game based learning si riferisce all’uso di giochi specificamente progettati per scopi educativi o per incoraggiare l’apprendimento. Sono differenze minime sulle quali diversi autori e game designer hanno dibattuto e continuano a dibattere.

Cogliamo questa occasione per affermare che a noi non interessa entrare in questo dibattito sulle definizioni, in questa “War on words“, come l’ha definita Yu-kai Chou nel suo libro “Actionable Gamification: Beyond Points, Badges, and Leaderboards“. Ci troviamo, infatti, perfettamente d’accordo con questo noto pioniere del settore della gamification quando, in riferimento al dibattito semantico su cosa sia gamification e cosa no, afferma:

At the end of the day, instead of arguing about what is and isn’t included in umbrella terminologies, wouldn’t it be much more productive for everyone to say, “Lets make everything better with the lessons we’ve learned through so many hours of game-play in our lives”?

Lo stesso vale per noi di Pot in Pot. Cosa ci hanno insegnato e continuano a insegnarci i giochi? E come possiamo portare queste lezioni nella vita quotidiana e nei percorsi di crescita personale e professionale nostri e delle persone con cui lavoriamo?

Queste sono le domande che ci poniamo costantemente nel nostro lavoro e queste sono le domande a cui proveremo a dare risposta con questa rubrica.

Cosa troverai quindi su “Play & Grow”?

La nostra rubrica si concentrerà su vari aspetti del game-based learning e della gamification in ambito formativo, tra cui:

  • Teorie e pratiche.
    Articoli che esplorano come i giochi influenzano l’apprendimento e il miglioramento delle soft skills.
  • Case study.
    Analisi di casi studio che mostrano l’efficacia della gamification e del game based learning in diversi ambiti, in particolare in quello formativo.
  • Guide e consigli.
    Suggerimenti pratici su come integrare i giochi nelle attività formative aziendali o nel proprio personale percorso di crescita.
  • Recensioni di giochi.
    Analisi di giochi che possono risultare utili nello sviluppo di competenze trasversali.
  • Ricerca e sviluppi futuri.
    Aggiornamenti sulle ultime ricerche nel campo della gamification e del game based learning e previsioni sulle future tendenze.

A chi si rivolge “Play & Grow”?

“Play & Grow” è quindi pensato per un’ampia gamma di lettori, inclusi:

  • Professionisti HR e formatori alla ricerca nuovi metodi per arricchire i programmi di formazione aziendale.
  • Studenti e professionisti desiderosi di migliorare le proprie competenze trasversali per avanzare nella carriera.
  • Educatori e insegnanti interessati a integrare i giochi nel curriculum scolastico per sviluppare competenze vitali negli studenti.
  • Gamer entusiasti che vogliono approfondire il valore educativo e professionale dei giochi.

Unisciti a noi in questo viaggio

Questo articolo è solo l’inizio di un viaggio appassionante nel mondo dello sviluppo delle competenze trasversali attraverso i giochi. Un viaggio che desideriamo fare anche insieme a te.

Questa rubrica, infatti, vuole essere solo il punto di partenza per la nascita di una community di educatori, formatori aziendali, studenti e professionisti che desiderano esplorare come i giochi possano essere efficacemente integrati nei percorsi di apprendimento e sviluppo personale e professionale.

Ti stai chiedendo come fare per contribuire alla crescita di questa community. Come?

Innanzitutto ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti regolari sui nostri articoli, ma soprattutto puoi supportarci condividendo i nostri articoli, partecipando alla discussione nei commenti e sui social media e raccontandoci anche via email o messaggio privato le tue esperienze e idee sul potere trasformativo dei giochi.

Benvenuto e a presto!